Ortodonzia del bambino e dell'adulto

 

L'Ortodonzia è la specialità odontoiatrica che si dedica allo studio, diagnosi e alla terapia delle anomalie di sviluppo e di posizionamento della dentatura, delle ossa della faccia e della muscolatura annessa.

Il termine completo della disciplina è ortognatodonzia: orthos=dritto, gnatos=mascellari, dontia=denti.

Le arcate dentarie, le strutture ossee, la muscolatura della faccia dovrebbero essere tra di loro in un rapporto armonico per poter compiere le funzioni fonetiche, masticatorie ed estetiche.

Quando questo rapporto tra le strutture della faccia non è armonico ci troviamo di fronte ad una malocclusione che allo stesso tempo può essere causa di disarmonia morfologica o funzionale.

Le malocclusioni possono realizzarsi nelle tre direzioni dello spazio (verticale, sagittale e trasversale).

Per malocclusione si intende quindi una relazione non fisiologica e funzionale tra mandibola e mascella sia dal punto di vista muscolare, che anatomico (scheletrico o dentale).

Il tipo facciale normale classe I scheletrica, ha buone proporzioni della faccia, il profilo estetico è generalmente armonioso quale espressione di un buon equilibrio muscolare e funzionale.

Sempre piu’ frequentemente studi clinici evidenziano influenze tra l’occlusione dentale e la posizione della colonna vertebrale evidenziando l'importanza di una corretta prevenzione;

Il disallineamento dentale, oltre ad alterare il nostro sorriso, influenza negativamente l’equilibrio della faccia, l’armonia del profilo labiale e, soprattutto preclude la possibilità di una corretta masticazione. Nelle relazioni umane, spesso le prime impressioni sono basate sull'aspetto facciale della persona con la bocca e i denti in primo piano. Inoltre negli adulti, allineare i denti affollati, provoca talvolta un effetto ringiovanente.

L' aspetto più importante pero' è la salute dei denti e delle gengive, sicuramente migliore in presenza di denti allineati e con rapporti reciproci corretti.

La Salute dei denti è importante, e i denti "storti" sono molto più difficili da pulire e col tempo aumenta il più a rischio di carie e a problemi gengivali.

Una cattiva occlusione tra le due arcate dentarie (malocclusione) può condurre a stress occlusali, dei tessuti che sostengono i denti come gengive osso mascellare, e possibile disfunzione delle articolazioni temporo-mandibolari e dei muscoli masticatori.